L’alba dallo Zerbion

Il sorgere del sole visto dal Monte Zerbion 2722 m s. l. m. - Foto di Gian Mario Navillod.
Il sorgere del sole visto dal Monte Zerbion 2722 m s. l. m. – Foto di Gian Mario Navillod.

Una volta nella vita merita salire sullo Zerbion per vedere il sorgere del sole, sono circa 800 metri di dislivello che a passo CAI richiedono due ore e mezza di camminata.

I colori dell'alba dal Monte Zerbion 2722 m s. l. m. - Foto di Gian Mario Navillod.
I colori dell’alba dal Monte Zerbion 2722 m s. l. m. – Foto di Gian Mario Navillod.

Si parte da Barmasc a quasi 1900(1)1898 m sulla CTR della Regione Autonoma della Valle d’Aosta metri di altezza, si passa dal Col Portola, circa 2400(2)2413 m sulla CTR della Regione Autonoma della Valle d’Aosta metri e si raggiunge infine la cima dello Zerbion, 2700 e rotti metri sul livello del mare(3)2730 m sulla CTR della Regione Autonoma della Valle d’Aosta.

Il Ru Courtaud/Courtod illuminato dalla luna piena sopra Barmasc - Foto di Gian Mario Navillod.
Il Ru Courtaud/Courtod illuminato dalla luna piena sopra Barmasc – Foto di Gian Mario Navillod.

Stamattina la luna piena si specchiava sul Ru Courtaud. Fino al Col Portola ho dovuto usare il frontalino, un po’ per l’ombra della conifere, un po’ per l’ombra proiettata delle pareti rocciose.

L'ometto del Col Portola di notte - Foto di Gian Mario Navillod.
L’ometto del Col Portola di notte – Foto di Gian Mario Navillod.

Dal Col Portola allo Zerbion la luce della luna piena era così intensa che ho potuto spegnere il frontalino, in alcuni tratti abbagliava le pupille abituate all’oscurità della notte come il sole di giorno.

In vetta a causa della quota elevata il freddo era intenso e una brezza gelida correva attorno al piedistallo della statua dedicata alla Madonna. A pochi passi di distanza delle rocce strapiombanti offrivano un po’ di riparo dal vento.

Il sorgere del sole visto dal Monte Zerbion 2722 m s. l. m. - Foto di Gian Mario Navillod.
Il villaggio di Antagnod visto dalla cresta del Monte Zerbion – Foto di Gian Mario Navillod.

Le tabelle di Marco Menichelli prevedevano il sorgere del Sole ad Aosta alle 6:14. Fin verso le 5:00 si vedevano brillare le stelle in cielo e scintillare le luci degli abitati di fondovalle e dei rifugi costruiti alle pendici attorno al Monte Rose poi il chiarore si è fatto sempre più intenso e i primi raggi di sole hanno toccato la vetta del Monte Bianco alle 5:50  e la Madonna dello Zerbion alle 6:00.

Mucca e vitello highlander al pascolo in Val d'Ayas - Foto di Gian Mario Navillod.
Mucca e vitello highlander al pascolo in Val d’Ayas – Foto di Gian Mario Navillod.

Alle 6:30 le mucche fricchettone sotto il Col Portola stavano già brucando in pieno sole.

Note   [ + ]