Ru d’Allein

Le foglie rosse dei ciliegi selvatici lungo il Ru d'Allein - Foto di Gian Mario Navillod.
Le foglie rosse dei ciliegi selvatici lungo il Ru d’Allein – Foto di Gian Mario Navillod.

Il Ru d’Allein scorre intubato sotto una bella strada sterrata che sale  all’opera di presa tra boschi di conifere odorose nel vallone del Menouve. La pendenza si accentua nel tratto verso lo scarico che attraversa una zona assolata meno ricca di vegetazione.

Lunghezza itinerario: 7.5 km
Quota parcheggio: 1673 m
Quota presa:  1760 m circa
Quota scarico:  1640 m circa
Dislivello 100 m circa
In bici: consigliato.
Click o tap qui per la mappa

Accesso

Dall’uscita autostradale di Aosta Est seguire le indicazioni per il Tunnel del Gran San Bernardo. Dopo l’abitato di Gignod seguire la SR 31 di Allein fino al capoluogo e proseguire in direzione La Ville, 50 metri prima del villaggio girare a destra e proseguire sulla strada che sale fino agli alpeggi di Comba. Si lascia l’auto a bordo strada, vicino all’abbeveratoio.
Click o tap qui per arrivare con Google Maps

Pecore dalla testa nera lungo il Ru d'Allein - Foto di Gian Mario Navillod.
Pecore dalla testa nera lungo il Ru d’Allein – Foto di Gian Mario Navillod.

Descrizione

Ci si avvia lungo la pista di servizio del Ru d’Allein che passa davanti ad una grande stalla, un poco più avanti delle pecore juventine dalla testa nera e dal vello bianco osservano curiose il passeggio lungo il ru.

Vasca di distribuzione del Ru d'Allein - Foto di Gian Mario Navillod.
Vasca di distribuzione del Ru d’Allein – Foto di Gian Mario Navillod.

In una macchia di larici alcuni ciliegi selvatici si colorano di rosso acceso in autunno, dopo l’alpeggio Berruard il bosco si fa più fitto e si apre nuovamente intorno all’Alpe Guet dove le acque azzurre del ru riempiono una grande vasca in cemento.

Bosco fitto di larici attraversato dal Ru d'Allein - Foto di Gian Mario Navillod.
Bosco fitto di larici attraversato dal Ru d’Allein – Foto di Gian Mario Navillod.

Dopo l’alpeggio il ru gira verso settentrione entrando nel vallone del Menouve, il clima si fa più fresco, si attraverso un bellissimo bosco di larici dai tronchi slanciati stetti gli uni agli altri poi in corrispondenza di un vallone spazzato dalle slavine lo sguardo si apre sulla valle del Gran San Bernardo. Gli anelli di crescita di un larice abbattuto dalla valanga rivelano che a questa quota per raggiungere un diametro di sessanta centimetri occorrono più di 150 anni. La pendenza si mantiene costante, pista è in ottime condizioni e la foresta si fa meno fitta. In fondo al vallone del Menouve qualche centinaio di pecore bruca l’erba un tempo destinata ai bovini.

Alpe Ponteille e pista del Ru d'Allein - Foto di Gian Mario Navillod.
Alpe Ponteille e pista del Ru d’Allein – Foto di Gian Mario Navillod.

Sotto l’Alpe Ponteille si incrocia l’Altavia 1 che sale verso il Colle Champillon, si prosegue dritti lungo la pista coperta d’erba, sulla destra si incontra un ceppo dalla forma contorta.  La scarpata a monte della pista è in terra armata, con il tempo è stata completamente ricoperta dalla vegetazione e solo la sua forma a gradoni ne rivela l’origine artificiale.

Dissabbiatore del Ru d'Allein - Foto di Gian Mario Navillod.
Dissabbiatore del Ru d’Allein – Foto di Gian Mario Navillod.

Si passa a fianco del dissabbiatore dove le acque riflettono il blu del cielo di alta montagna e dopo un centinaio di metri di salita si arriva alla presa sul Torrente Menouve.

Opera di presa del Ru d'Allein sul Torrente Menouve - Foto di Gian Mario Navillod.
Opera di presa del Ru d’Allein sul Torrente Menouve – Foto di Gian Mario Navillod.

Verso lo scarico

Da Comba allo scarico la pendenza del ru si accentua, ai margini dei ripidi pascoli crescono ginepri e crespini (Berberis vulgaris), arbusti che ben si adattano ai climi aridi. Una parte del Ru d’Allein scarica nel Torrent du Berrio. A monte dell’Alpe Genevrey, che in italiano suonerebbe come Alpe Ginepraio, è stata costruita una piccola vasca di distribuzione dell’acqua, poco più avanti un tabellone elenca le piante più comuni che si incontrano lungo il Ru d’Allein.

Torna alla pagina dei ru intubati

Torna alla pagina dei ru