Archivi categoria: BuonSenso

Il notaio Chanoux e le case rurali della Valle d’Aosta

2006 fabbricato ligneo in fraz. Navillod del comune di Antey - Foto di Gian Mario Navillod.
2006 fabbricato ligneo in fraz. Navillod del comune di Antey – Foto di Gian Mario Navillod.

In un articolo del 1944 il notaio Emilio Chanoux affrontava il problema, già sentito allora, dell’eccessiva frammentazione della proprietà nelle case rurali. Ritenendo che non fosse sano, né per il corpo né per lo spirito, che più famiglie vivessero in promiscuità sotto lo stesso tetto indicava tre obiettivi da raggiungere: 1) un sistema di credito che permettesse ad ogni nuova famiglia di avere una propria casa; 2) un piano regolatore per ogni villaggio per “impedire brutture architettoniche” e costruzioni contrarie all’igiene e all’economia; 3) “Le vecchie case devono potersi espropriare, se non più abitabili, in modo da essere ringiovanite”. Continua la lettura di Il notaio Chanoux e le case rurali della Valle d’Aosta

La misura dei sentieri: precisione del centimetro?

Alcuni cartografi misurano la lunghezza dei sentieri con la precisione del centimetro - Foto di Gian Mario Navillod.
Alcuni cartografi misurano la lunghezza dei sentieri con la precisione del centimetro – Foto di Gian Mario Navillod.

Di ritorno dalla ciaspolata al Rifugio Barbustel mi sono fermato ad osservare i nuovi tabelloni dei sentieri: c’è il logo del Comune di Champorcher ed i riferimenti ad una srl che si occupa di sistemi informativi territoriali.

Sui cartelli si vede un collage di foto aeree dove sono stati riportati i sentieri che compaiono sul catasto dei sentieri della Regione Autonoma della Valle d’Aosta e di ogni sentiero è indicata la lunghezza con la precisione del centimetro.

Ma chi è il cartografo che misura la lunghezza dei sentieri con la precisione del centimetro?

E chi è che paga un cartografo che misura la lunghezza dei sentieri con la precisione del centimetro?