Il fuoco del solstizio a Gilliarey

Il falò del solstizio estivo a Gilliarey - 21 giugno 2022 - Foto di Gian Mario Navillod.
Il falò del solstizio estivo a Gilliarey – 21 giugno 2022 – Foto di Gian Mario Navillod.

Anche quest’anno nel giorno del solstizio estivo Sua Altezza Eminentissima il Signore di Gilliarey ha riunito gli organi del governo, gli elettori, i sudditi ed i rappresentanti delle potenze vicine per la tradizionale cena di gala nel palazzo presidenziale.

Il Gran Ciambellano protempore e DSC((Sulla carica di Gran Ciambellano DSC vedasi l’articolo di Irene Borgna in http://www.dislivelli.eu/blog/guida-escursio%E2%80%A6cosa.html)) è stato confermato nella sua dignità, la ministra della Marina mercantile è stata insignita della Croce di Grand’Ufficiale con spade pro merito di Gilliarey per aver chiuso i porti del Regno Repubblicano ai navigli degli oligarchi russi e, successivamente, sostenuta dal ministro della Marina da guerra, ai navigli degli oligarchi bielorussi, degli oligarchi transnistriani, degli oligarchi delle potenze nemiche e degli oligarchi delle potenze amiche. Come auspicato dal consiglio della corona e stabilito dal Signore di Gilliarey i porti  restano aperti ai richiedenti asilo anche se di religione diversa dal pastafarianesimo((Sul pasafarianesimo vedesi l’articolo pubblicato su Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Pastafarianesimo)) riformato praticato nel Regno Repubblicano.

Alla presenza dell’intero corpo elettorale è stato presentato il progetto esecutivo del ponte in pietra a secco Gilliarey – Chamois che collegherà il comune più alto della Valle d’Aosta all’unico regno repubblicano del pianeta. Il governo assicura che la prima pietra è già stata posata ripetutamente come vuole la consuetudine in questa parte del mondo e che l’inaugurazione è prevista nel semestre antecedente a quella del Ponte di Messina.

I colloqui ai massimi livelli intercorsi tra Gilliarey e la Repubblica Popolare Cinese sono al momento coperti da segreto di stato. Fonti anonime della cancelleria indicano come prossimo il riconoscimento reciproco e la presa d’atto che Repubblica Popolare Cinese è più popolosa di Gilliarey ma che il corpo elettorale di Gilliarey è più compatto e dunque il suo governo più saldo.

Il corteo cerimoniale tra il palazzo presidenziale e la cattedrale si è svolto senza incidenti grazie al coordinamento della commissaria delegata, la cattedrale gremita non è riuscita ad accogliere tutta la folla che ha seguito parte della cerimonia dal sagrato senza maxi schermi.

Il fuoco del solstizio estivo è stato acceso da Sua Altezza Eminentissima il Signore di Gilliarey che interpretando l’ascesa delle faville ne ha tratto gli auspici per i prossimi 12 mesi. Come vuole la tradizione millenaria i presagi fausti ed infausti sono tenuti rigorosamente in pectore dal Signore e rivelati al mondo ad un anno di distanza per non perturbare il corso della storia.

Di seguito i pronostici letti nelle faville del solstizio 2021 che si sono puntualmente realizzati: “Un lungo conflitto cesserà ad ovest((15 agosto 2011 ritiro delle truppe americane dall’Afghanistan)) mentre una nuova guerra inizierà lì vicino((24 febbraio 2022 invasione russa dell’Ucraina)), l’amore trionferà((26 settembre 2011 la Svizzera approva con un referendum il matrimonio tra persone dello stesso sesso)) e la terra tremerà((14 agosto 2011 sisma di magnitudo 7.2 con epicentro ad Haiti)), la democrazia è la peggior forma di governo, eccezion fatta per tutte quelle forme che si sono sperimentate fino ad ora((23 gennaio 2022 – rieletto Presidente delle Repubblica Italiana Sergio Mattarella che aveva più volte manifestato la propria indisponibilità ad un secondo mandato a causa del mancato accordo tra i grandi elettori)) s’è fatta l’Italia, ma non si fanno gl’Italiani((16 febbraio 2022 la Corte costituzionale boccia il referendum sulla cannabis))”.

Breve monografia dedicata a Gilliarey

Si deve alla penna di Pierre Gorret la breve monografia dedicata alla storia di Gilliarey dal XVI secolo al 1960 disponibile in formato digitale qui. Il consiglio della corona auspica la creazione di una fondazione per lo studio comparato dell’età contemporanea a Gilliarey e del periodo precedente all’introduzione della lingua francese nella signoria.