Le bici elettriche a Torgnon

A Torgnon sono arrivate le MTB elettriche: gratis per tutti!

E-bike al belvedere del Col Saint-Pantaléon - Foto di Gian Mario Navillod.
E-bike al belvedere del Col Saint-Pantaléon – Foto di Gian Mario Navillod.

Grazie ad un progetto finanziato dall’Unione Europea una piccola flotta di mountain bike elettriche vi aspetta a Torgnon.

Per provarle basta fare così:

  1. Trovate l’area sportiva di Torgnon Champs de la Cure. No, non quella che conoscono tutti vicino alla grande area pic-nic di Chantorné, l’area sportiva più piccola, un po’ nascosta, che si trova proprio nel centro di Torgnon, a 200 m dall’Ufficio Informazioni.
  2. Entrate nel bar e chiedete al gestore, cortesissimo, le istruzioni per utilizzare gratuitamente, per un paio d’ore, le e-bike finanziate dall’UE.
  3. In cambio di un documento d’identità e di 30 euro di cauzione vi fornirà casco, bici, un sacco di consigli e le istruzione per scaricare sul vostro telefonino intelligente il navigatore gratuito OsmAnd.

Il mio test: il Tour di Saint-Evence in e-bike.

(solo per ciclisti allenati)

Bivio per l'Ostello di Lavesé a Saint-Denis - Foto di Gian Mario Navillod.
Bivio per l’Ostello di Lavesé a Saint-Denis – Foto di Gian Mario Navillod.

Dall’area sportiva Champs de la Cure ho pedalato sul nuovo sentiero che porta alla trattorabile Ronc-Septumian, sono sceso a Ronc ed ho proseguito lungo la strada regionale in un bellissimo bosco di conifere fino al Colle di Saint-Pantaléon dove mi sono fermato per una foto al Monte Cervino.

Sono sceso dall’altra parte, sempre lungo la regionale, fino a trovare sulla sinistra l’inizio della sterrata per l’Ostello di Lavesé (Sito ufficiale dell’Ostello di Lavesé). Lungo la pista forestale si sentiva forte il profumo di resina dei pini silvestri.

Quando si entra nella radura di Lavesé il colpo d’occhio è favoloso: il verde brillante del prato risalta circondato dalla macchia scura della foresta e, proprio in mezzo, il vecchio alpeggio ristrutturato con cura è una garanzia. Ci si mangia bene, ci si beve bene e i prezzi sono onesti.

E-bike al belvedere di Saint-Evence - Foto di Gian Mario Navillod.
E-bike al belvedere di Saint-Evence – Foto di Gian Mario Navillod.

Ho proseguito sulla pista forestale fino al bivio dove parte il sentiero in salita per la cappella di Saint-Evence: a piedi è una bella passeggiata, in bici o siete bravissimi o vi tocca spingere.

Da Saint-Evence a Saint-Pantaléon si alternano tratti facili e alcuni passaggi un poco tecnici. Se siete giusti con i tempi vi consiglio di tornare all’area sportiva lungo la regionale, altrimenti è possibile scendere lungo la mulattiera che parte proprio davanti alla cappella di Saint-Pantaléon, raggiungere Ronc Inferiore e risalire poi a Ronc Superiore per chiudere il giro.

Il mio consiglio.

L'Ostello di Lavesé a Saint-Denis a settembre - Foto di Gian Mario Navillod.
L’Ostello di Lavesé a Saint-Denis a settembre – Foto di Gian Mario Navillod.

Per provare le mountan bike elettriche di Torgnon non occorre provare il brivido che danno i sentieri di montagna. Vi consiglio di partire dall’area sportiva, salire al Colle di Saint-Pantaleon lungo la strada regionale, scendere l’altro versante fino alla sterrata per Lavesé poi, con una marcia bassa, percorrere tutta la sterrata fino alla radura.

Se avete tempo fermatevi all’ostello per una fetta di torta ed un bicchiere di vino poi ritornate sui vostri passi. Vedrete delle cose che all’andata non avete visto e porterete nel cuore il Cervino, il Monte Emilius, il profumo del bosco di pini e quello dei boschi di abeti. Buona gita.

  • In rosso l’itinerario che ho provato,
  • In giallo l’itinerario che consiglio.

(Click sul + a destra della carta per visualizzare separatamente gli itinerari o le curve di livello)