Ru Courtaud

Passerella in legno e vecchio tratto in cemento visti da una galleria del Ru Courtaud/Courtod - Foto di Gian Mario Navillod.
Passerella in legno e vecchio tratto in cemento visti da una galleria del Ru Courtaud/Courtod – Foto di Gian Mario Navillod.

Il Ru Courtaud – grafia utilizzata dal consorzio di miglioramento fondiario che lo gestisce – sulla CTR risulta Ru de Saint-Vincent, Torrente di Courthoud, conosciuto anche come Ru d’Amay, Ru de la Montagne, Ru Courthoud, Ru Courtod è il ru più lungo della Valle d’Aosta. Continua la lettura di Ru Courtaud

Ru Courtaud da Saint-Jacques

Casetta dei reuvan di Nanaz/Nannaz lungo il Ru Courtaud/Courtod - Foto di Gian Mario Navillod - 31 luglio 2013.
Casetta dei reuvan di Nanaz/Nannaz lungo il Ru Courtaud/Courtod – Foto di Gian Mario Navillod – 31 luglio 2013.

Introduzione.

Occorre un’oretta di cammino per raggiungere il Ru Courtaud da Saint-Jacques, si cammina su di una facile mulattiera che passa tra  vecchie case restaurate con amore, pascoli curati e belle foreste di larici ai piedi dei ghiacciai del Monte Rosa. Continua la lettura di Ru Courtaud da Saint-Jacques

Ru Courtaud da Barmasc

Ponte canale in legno sul Ru Courtaud/Courtod - Foto di Gian Mario Navillod.
Ponte canale in legno sul Ru Courtaud/Courtod – Foto di Gian Mario Navillod.

Introduzione.

La parte centrale del Ru Courtaud rende omaggio all’intelligenza degli abitanti di Ayas che sono riusciti a mettere d’accordo gli agricoltori, che tendono ad intubare tutti i canali irrigui per limitare le perdite e gli oneri di manutenzione, e i turisti che amano passeggiare accompagnati dal mormorio dell’acqua. Continua la lettura di Ru Courtaud da Barmasc

I muri fatti con la polenta

I muri di sostegno delle vigne di Donnas - gennaio 2014 - Foto di Gian Mario Navillod.
I muri di sostegno delle vigne di Donnas – gennaio 2014 – Foto di Gian Mario Navillod.

Un anziano signore di Donnas mi ha raccontato che gli splendidi muri in pietra che sostengono le vigne di Donnas furono costruiti dagli abitanti di Champorcher in cambio del solo vitto. Secondo Vilma Jacquin furono costruiti dagli abitanti di Champdepraz, noti per la loro abilità di muratori. Continua la lettura di I muri fatti con la polenta

Il labirinto delle donne

Il labirinto 8.3 di Chamois, la pista per ciaspole più bella del mondo - Foto di Gian Mario Navillod.
Il labirinto 8.3 di Chamois, la pista per ciaspole più bella del mondo – sopra il puntino rosso si vede un gentile ospite di Chamois – Foto di Gian Mario Navillod.

Il labirinto dell’8 marzo 2020

Occorreva l’anima di un’artista per disegnare al centro del labirinto 8.3 di Chamois un mazzo di tulipani perciò grazie a Lucia Pison che mi ha aiutato a disegnare i fiori e ad Andrea Fougnier per le riprese con il drone. Continua la lettura di Il labirinto delle donne