Sentiero per il Col Cheneil

Riaperto il vecchio sentiero per il Col Cheneil

A Chamois alla fine di ottobre è stato riaperto il vecchio sentiero tra il lago di Lod ed il Col Cheneil. Giusto in tempo per osservare il fall foliage, la caduta delle foglie che colora di rosso e giallo i boschi che circondano Chamois, l’unico comune delle Alpi che ha detto no alle auto.

Lago Lod di Chamois nel periodo della caduta delle foglie (fall foliage) - Foto di Gian Mario Navillod.
Lago Lod di Chamois nel periodo della caduta delle foglie (fall foliage) – Foto di Gian Mario Navillod.

Lago Lod di Chamois in ottobre - Foto di Gian Mario Navillod.
Lago Lod di Chamois in ottobre – Foto di Gian Mario Navillod.

Alcuni turisti avevano segnalato agli amministratori di Chamois che era poco gradevole percorrere il sentiero 107 nel tratto tra il Lago di Lod e il Colle Cheneil: si camminava in pieno sole e vi erano dei tratti ripidi.

Vi era un’ulteriore problema: il sentiero saliva parallelo alla pista di discesa e in inverno accedeva a volte di trovare qualche ciaspolatore perso in mezzo alle piste di sci per aver cercato di seguire l’itinerario estivo.

Il lago di Lod di Chamois coperto di neve - Foto di Gian Mario Navillod.
Il lago di Lod di Chamois coperto di neve – Foto di Gian Mario Navillod.

Per risolvere i due problemi l’amministrazione comunale ha incaricato una guida ambientale di studiare un tracciato alternativo che costituisse in estate una variante al sentiero intervallivo 107 ed in inverno un itinerario percorribile con le ciaspole senza interferire con le piste di sci.

Nello studio preliminare è stata utilizzata la cartografia di OpenStreetMap aggiornata con il rilievo GPS e le foto aeree del 2012 del Portale Cartografico Nazionale.

Belvedere sul Cervino sotto il Col Cheneil di Chamois - Foto di Gian Mario Navillod.
Belvedere sul Cervino sotto il Col Cheneil di Chamois – Foto di Gian Mario Navillod.

Grazie alla segnalazione del gestore del Rifugio L’Ermitage di Chamois è stato possibile trovare all’interno del bosco il vecchio sentiero che non era più percorribile: alcuni tratti erano coperti dagli arbusti,  altri erano chiusi dai rami delle conifere cresciute ai bordi del sentiero.

Una leggera potatura ai rami più bassi di larici ed abeti ed un’altrettanto leggera pulizia con il decespugliatore dove l’erba ed il sottobosco nascondevano il vecchio sentiero hanno riportato in vita il vecchio itinerario che dal Lago di Lod sale al Col Cheneil ed al belvedere sul Cervino.

I consigli della guida.

In estate: dall’arrivo della seggiovia seguite il percorso rosso sulla riva est del lago di Lod fino al Colle Cheneil e al belvedere sul Cervino passando a fianco del Bar Bruna.

In inverno: dall’arrivo della seggiovia seguite il percorso blu sulla riva ovest del lago di Lod fino al Colle Cheneil passando all’interno dell’area pic-nic: eviterete così ogni contatto con le piste di sci e gli impianti di risalita. Ricordate di consultare il Bollettino neve e valanghe ed il Catasto valanghe della Regione Autonoma della Valle d’Aosta. Attenzione al pericolo valanghe.

( in rosso l’itinerario consigliato in estate, in blu l’itinerario consigliato con le ciaspole – click sul + a destra della carta per visualizzare separatamente i tracciati)