Le macine della Valmeriana

Le macine della Valmeriana - Foto di Gian Mario Navillod.
Le macine della Valmeriana – Foto di Gian Mario Navillod.

Ad Aosta nel 2007 durante i lavori per la realizzazione di autorimesse interrate sono stati portati alla luce i resti di un edificio residenziale di età romana che si ritiene sia stato edificato poco dopo la fondazione della città.

All’interno dell’area di scavo è stata portata alla luce una macina in pietra ollare di circa 30 cm di diametro. La presenza di granati nel cloritoscisto indica la pietra è stata estratta nella Valmeriana.

Un’altra macina dalle stesse caratteristiche è stata trovata nel corredo di una tomba della necropoli di Aosta, datata tra la fine del I ed il II secolo d.C.

Un’altra ancora, di epoca romana, venne ritrovata a Fidenza ed è conservata ora al Museo Mineralogico di Bologna.

Questi ritrovamenti sembrano confermare che le cave di pietra ollare della Valmeriana abbiano una storia bimillenaria.

Patrizia Framarin, Alessandra Armirotti, un nuovo insediamento nel suburbio settentrionale di Augusta Praetoria, Bollettino della Soprintendenza per i beni e le attività culturali della Regione Autonoma della Valle d’Aosta n° 5 del 2008, pag. 74.
Versione digitale disponibile a questo indirizzo: http://www.regione.vda.it/allegato.aspx?pk=32543