Tutti gli articoli di gian

La misura dei sentieri: precisione del centimetro?

Alcuni cartografi misurano la lunghezza dei sentieri con la precisione del centimetro - Foto di Gian Mario Navillod.
Alcuni cartografi misurano la lunghezza dei sentieri con la precisione del centimetro – Foto di Gian Mario Navillod.

Di ritorno dalla ciaspolata al Rifugio Barbustel mi sono fermato ad osservare i nuovi tabelloni dei sentieri: c’è il logo del Comune di Champorcher ed i riferimenti ad una srl che si occupa di sistemi informativi territoriali.

Sui cartelli si vede un collage di foto aeree dove sono stati riportati i sentieri che compaiono sul catasto dei sentieri della Regione Autonoma della Valle d’Aosta e di ogni sentiero è indicata la lunghezza con la precisione del centimetro.

Ma chi è il cartografo che misura la lunghezza dei sentieri con la precisione del centimetro?

E chi è che paga un cartografo che misura la lunghezza dei sentieri con la precisione del centimetro?

Corso da Guida Ambientale Escursionistica

Il corso da guida ambientale escursionistica organizzato a Borgo Val di Taro: riflessioni sull’impatto europeo dell’intervento.

L’esempio di Borgo Val di Taro rappresenta un approccio sostenibile al problema dell’abbandono della montagna e, soprattutto, è replicabile a livello europeo?

Affrontare in modo sinergico il problema dell’abbandono della montagna può diventare una buona pratica a livello europeo?

Continua la lettura di Corso da Guida Ambientale Escursionistica

Sigerìco e la Via Francigena

Tarsia in pietra con il logo della Via Francigena davanti alla chiesa di Gignod (AO) – Foto di Gian Mario Navillod.
Tarsia in pietra con il logo della Via Francigena davanti alla chiesa di Gignod (AO) – Foto di Gian Mario Navillod.

La prima testimonianza di un viaggio lungo la Via Francigena è dell’arcivescovo di Canterbury Sigerìco che nel 990 si recò a Roma per ricevere il Pallio ed annotò le tappe percorse durante il viaggio di ritorno.

Il testo è estremamente sintetico: il cronista annota l’agenda romana dell’arcivescovo e poi elenca semplicemente tutte le tappe da Roma fino al mare. Continua la lettura di Sigerìco e la Via Francigena

Segnavia bianco rosso in Valle d’Aosta

Questo segni in Valle d’Aosta sono delimitazioni di particelle catastali. Non sono dei segnavia – Foto di Gian Mario Navillod.
Questo segni in Valle d’Aosta sono delimitazioni di particelle catastali. Non sono dei segnavia – Foto di Gian Mario Navillod.
Due linee parallele di colore rosso e bianco in Valle d’Aosta delimitano le particelle forestali pubbliche (linea rossa) da quelle private (linea bianca).

Non vanno mappate come segnavia anche se lo stesso segno bianco rosso nel resto del territorio nazionale è utilizzato per indicare un percorso escursionistico.

Diversi escursionisti vengono tratti in inganno da questi segni: spesso si trovano inizialmente su mulattiere o sentieri ben tracciati e poi piegano all’interno di boschi dirigendosi verso pareti scoscese o tratti esposti e pericolosi. Continua la lettura di Segnavia bianco rosso in Valle d’Aosta